Erodoto, Libro III 43

Giacomo Pernigotti /
Ἑλληνική Transliterate
italiano
http://data.perseus.org/texts/urn:cts:greekLit:tlg0016.tlg001.perseus-grc1

( 18 ) 22% GRC
( 65 ) 78% GRC - ITA

( 89 ) 76% GRC - ITA
( 28 ) 24% ITA

Terenzio, Hecyra, 816 - 840

Giacomo Pernigotti / Testi latini antichi
  • Created on 2019-01-12 18:52:27
  • Modified on 2019-01-12 19:08:07
  • Translated by Giacomo Pernigotti
  • Aligned by Giacomo Pernigotti
Latin
italiano
latinLit:phi0134.phi005.perseus-lat1:5.3
Quanta felicità ho portato a Panfilo , io , con il mio arrivo oggi ! E quante belle cose gli ho procurato ! E quanti dispiaceri viceversa gli ho levato ! Gli restituisco il suo bambino , che stava per perdere , colpa delle donne e anche sua .
Gli rendo la moglie , che credeva non avrebbe mai più avuto ( con ) per l’avvenire . Ho sistemato la faccenda che lo rendeva sospetto a suo padre e a Fidippo .
Questo anello proprio è stato il punto di partenza per arrivare a chiarire tutto .
Mi ricordo che dieci mesi fa , più o meno , lui mi arrivò a casa trafelato , senza compagni , pieno fradicio di vino .
Aveva questo anello . Subito fui presa dalla paura . «Panfilo mio» , gli dissi , «per favore , perché sei tutto sottosopra , ti prego ? O dove lo hai preso questo anello ?
Dimmelo» . Lui faceva finta di pensare ad altro .
Quando me ne accorgo , non so che cosa sospettare , ancor più comincio a insistere perché parli .
Il giovane alla fine confessa che per via ha violentato una ragazza , non sa chi ;
e dice che , mentre lei si dibatteva , le ha sfilato l ' anello .
Questa Mirrina ha appena riconosciuto questo ( anello ) , poichè io ( lo ) avevo al mio dito . Mi chiede da dove venga . Io racconto tutte queste cose . Di qui si verifica il riconoscimento .
e cioè che Filumena fu violentata da lui ( Panfilo ) ed è così che è nato questo bambino . . .
Sono felice , perché grazie a me gli son toccate tutte queste gioie ;
anche se le altre cortigiane non desiderano ciò . Eh già , mica è nostro interesse che un qualche cliente sia lieto del suo matrimonio . Certamente , per Castore ,
non volgerò mai l’animo a cattive azioni per sete di guadagno .
Mentre la cosa era permessa , ho trovato in Panfilo un uomo affettuoso , allegro , cortese .
, mi è andata male con le nozze : ammetto questo fatto .
Ma per Polluce sono convinta però di essermi comportata non in modo che ciò mi toccasse con merito . Da uno da cui ti vengono molte gioie , è giusto accettare anche l ' infelicità

( 210 ) 78% LAT
( 58 ) 22% LAT - ITA

( 85 ) 21% LAT - ITA
( 321 ) 79% ITA

Terenzio, Hecyra, 816 - 840

Giacomo Pernigotti / Testi latini antichi
  • Created on 2019-01-12 18:52:25
  • Translated by Giacomo Pernigotti
  • Aligned by Giacomo Pernigotti
Latin
italiano
latinLit:phi0134.phi005.perseus-lat1:5.3
Quanta felicità ho portato a Panfilo , io , con il mio arrivo oggi ! E quante belle cose gli ho procurato ! E quanti dispiaceri viceversa gli ho levato ! Gli restituisco il suo bambino , che stava per perdere , colpa delle donne e anche sua .
Gli rendo la moglie , che credeva non avrebbe mai più avuto ( con ) per l’avvenire . Ho sistemato la faccenda che lo rendeva sospetto a suo padre e a Fidippo .
Questo anello proprio è stato il punto di partenza per arrivare a chiarire tutto .
Mi ricordo che dieci mesi fa , più o meno , lui mi arrivò a casa trafelato , senza compagni , pieno fradicio di vino .
Aveva questo anello . Subito fui presa dalla paura . «Panfilo mio» , gli dissi , «per favore , perché sei tutto sottosopra , ti prego ? O dove lo hai preso questo anello ?
Dimmelo» . Lui faceva finta di pensare ad altro .
Quando me ne accorgo , non so che cosa sospettare , ancor più comincio a insistere perché parli .
Il giovane alla fine confessa che per via ha violentato una ragazza , non sa chi ;
e dice che , mentre lei si dibatteva , le ha sfilato l ' anello .
Questa Mirrina ha appena riconosciuto questo ( anello ) , poichè io ( lo ) avevo al mio dito . Mi chiede da dove venga . Io racconto tutte queste cose . Di qui si verifica il riconoscimento .
e cioè che Filumena fu violentata da lui ( Panfilo ) ed è così che è nato questo bambino . . .
Sono felice , perché grazie a me gli son toccate tutte queste gioie ;
anche se le altre cortigiane non desiderano ciò . Eh già , mica è nostro interesse che un qualche cliente sia lieto del suo matrimonio . Certamente , per Castore ,
non volgerò mai l’animo a cattive azioni per sete di guadagno .
Mentre la cosa era permessa , ho trovato in Panfilo un uomo affettuoso , allegro , cortese .
, mi è andata male con le nozze : ammetto questo fatto .
Ma per Polluce sono convinta però di essermi comportata non in modo che ciò mi toccasse con merito . Da uno da cui ti vengono molte gioie , è giusto accettare anche l ' infelicità

( 225 ) 84% LAT
( 43 ) 16% LAT - ITA

( 63 ) 16% LAT - ITA
( 343 ) 84% ITA

Xenophon Apology 1-5

/
  • Created on 2019-01-11 20:31:14
  • Translated by O. J. Todd
  • Aligned by
Ἑλληνική Transliterate
English
urn:cts:greekLit:tlg0032.tlg005.perseus-grc2:1-5
urn:cts:greekLit:tlg0032.tlg005.perseus-eng2:1-5
( 1 ) Σωκράτους δὲ ἄξιόν μοι δοκεῖ εἶναι μεμνῆσθαι καὶ ὡς ἐπειδὴ ἐκλήθη εἰς τὴν δίκην ἐβουλεύσατο περί τε τῆς ἀπολογίας καὶ τῆς τελευτῆς τοῦ βίου . γεγράφασι μὲν οὖν περὶ τούτου καὶ ἄλλοι καὶ πάντες ἔτυχον τῆς μεγαληγορίας αὐτοῦ · καὶ δῆλον ὅτι τῷ ὄντι οὕτως ἐρρήθη ὑπὸ Σωκράτους . ἀλλʼ ὅτι ἤδη ἑαυτῷ ἡγεῖτο αἱρετώτερον εἶναι τοῦ βίου θάνατον , τοῦτο οὐ διεσαφήνισαν · ὥστε ἀφρονεστέρα αὐτοῦ φαίνεται εἶναι μεγαληγορία .
( 2 ) Ἑρμογένης μέντοι Ἱππονίκου ἑταῖρός τε ἦν αὐτῷ καὶ ἐξήγγειλε περὶ αὐτοῦ τοιαῦτα ὥστε πρέπουσαν φαίνεσθαι τὴν μεγαληγορίαν αὐτοῦ τῇ διανοίᾳ . ἐκεῖνος γὰρ ἔφη ὁρῶν αὐτὸν περὶ πάντων μᾶλλον διαλεγόμενον περὶ τῆς δίκης εἰπεῖν · ( 3 ) οὐκ ἐχρῆν μέντοι σκοπεῖν , Σώκρατες , καὶ τι ἀπολογήσῃ ; τὸν δὲ τὸ μὲν πρῶτον ἀποκρίνασθαι · οὐ γὰρ δοκῶ σοι ἀπολογεῖσθαι μελετῶν διαβεβιωκέναι ; ἐπεὶ δʼ αὐτὸν ἐρέσθαι · πῶς ; ὅτι οὐδὲν ἄδικον διαγεγένημαι ποιῶν · ἥνπερ νομίζω μελέτην εἶναι καλλίστην ἀπολογίας . ( 4 ) ἐπεὶ δὲ αὐτὸν πάλιν λέγειν · οὐχ ὁρᾷς τὰ Ἀθηναίων δικαστήρια ὡς πολλάκις μὲν οὐδὲν ἀδικοῦντας λόγῳ παραχθέντες ἀπέκτειναν , πολλάκις δὲ ἀδικοῦντας ἐκ τοῦ λόγου οἰκτίσαντες ἐπιχαρίτως εἰπόντας ἀπέλυσαν ; ἀλλὰ ναὶ μὰ Δία , φάναι αὐτόν , καὶ δὶς ἤδη ἐπιχειρήσαντός μου σκοπεῖν περὶ τῆς ἀπολογίας ἐναντιοῦταί μοι τὸ δαιμόνιον . ( 5 ) ὡς δὲ αὐτὸν εἰπεῖν · θαυμαστὰ λέγεις , τὸν δʼ αὖ ἀποκρίνασθαι · θαυμαστὸν νομίζεις εἰ καὶ τῷ θεῷ δοκεῖ ἐμὲ βέλτιον εἶναι ἤδη τελευτᾶν ; οὐκ οἶσθα ὅτι μέχρι μὲν τοῦδε οὐδενὶ ἀνθρώπων ὑφείμην ἂν βέλτιον ἐμοῦ βεβιωκέναι ; ὅπερ γὰρ ἥδιστόν ἐστιν , ᾔδειν ὁσίως μοι καὶ δικαίως ἅπαντα τὸν βίον βεβιωμένον · ὥστε ἰσχυρῶς ἀγάμενος ἐμαυτὸν ταὐτὰ ηὕρισκον καὶ τοὺς ἐμοὶ συγγιγνομένους γιγνώσκοντας περὶ ἐμοῦ .
( 1 ) It seems to me fitting to hand down to memory , furthermore , how Socrates , on being indicted , deliberated on his defence and on his end . It is true that others have written about this , and that all of them have reproduced the loftiness of his words , —a fact which proves that his utterance really was of the character intimated ; —but they have not shown clearly that he had now come to the conclusion that for him death was more to be desired than life ; and hence his lofty utterance appears rather ill-considered .
( 2 ) Hermogenes , the son of Hipponicus , however , was a companion of his and has given us reports of such a nature as to show that the sublimity of his speech was appropriate to the resolve he had made . For he stated that on seeing Socrates discussing any and every subject rather than the trial , he had said : ( 3 ) Socrates , ought you not to be giving some thought to what defence you are going to make ? That Socrates had at first replied , Why , do I not seem to you to have spent my whole life in preparing to defend myself ? Then when he asked , How so ? he had said , Because all my life I have been guiltless of wrong-doing ; and that I consider the finest preparation for a defence . Then when Hermogenes again asked , ( 4 ) Do you not observe that the Athenian courts have often been carried away by an eloquent speech and have condemned innocent men to death , and often on the other hand the guilty have been acquitted either because their plea aroused compassion or because their speech was witty ? Yes , indeed ! he had answered ; and I have tried twice already to meditate on my defence , but my divine sign interposes . ( 5 ) And when Hermogenes observed , That is a surprising statement , he had replied , Do you think it surprising that even God holds it better for me to die now ? Do you not know that I would refuse to concede that any man has lived a better life than I have up to now ? For I have realized that my whole life has been spent in righteousness toward God and man , —a fact that affords the greatest satisfaction ; and so I have felt a deep self-respect and have discovered that my associates hold corresponding sentiments toward me .

( 96 ) 32% GRC
( 202 ) 68% GRC - ENG

( 298 ) 67% GRC - ENG
( 144 ) 33% ENG

Cicerone, Verrine 1.2

Giacomo Pernigotti / Testi latini antichi
  • Created on 2019-01-06 15:06:17
  • Modified on 2019-01-08 18:08:46
  • Translated by Agosti Magda
  • Aligned by Giacomo Pernigotti
Latin
italiano

( 8 ) 6% LAT
( 117 ) 94% LAT - ITA

( 157 ) 97% LAT - ITA
( 5 ) 3% ITA